domenica 3 febbraio 2013

Come Tenere il violino



Suonare il Violino
Il violino è uno degli strumenti più belli e gratificanti da suonare, una volta che lo si padroneggia. Tuttavia, la strada per imparare a suonarlo è lunga e dovrai essere preparato a mostrare la disciplina necessaria per esercitarti in difficili tecniche ogni giorno.
Sebbene si possa suonare il violino pizzicandone le corde, per la maggior parte dei brani è necessario saper usare l'archetto. Questo può risultare difficile e un po' scomodo all'inizio, ma con un po' di pratica dovresti essere capace di imparare facilmente a riprodurre i brani con violino ed archetto. Ecco alcuni consigli per imparare a suonare il violino.

Passaggi

  1. 1
    Tendi i crini dell'archetto ruotando la vite che si trova all'estremità dell'archetto in senso orario, finché lo spazio tra i crini e la bacchetta è sufficiente a far passare una matita.
    • Non usare il mignolo per misurare lo spazio poiché il grasso della tua pelle si trasferirebbe sui crini e impedirebbe alla colofònia di aderire a dovere.
    • Quando hai finito di suonare, non dimenticare di allentarli.


  2. 2
    Applica la colofònia sui crini dell'arco. Se l'archetto è nuovo, chiedi al venditore o al tuo insegnante di farlo per te, quindi riapplicala ogni tot giorni, in base a quanto spesso ti eserciti.
    • Primo, tendi i crini normalmente.
    • Secondo, passa la colofònia sui crini da un estremo all'altro per tre o quattro volte. È facile esagerare con la resina, quindi fa' attenzione, in quanto metterne troppa rende il suono stridente.
    • Se stai usando l'archetto per la primissima volta e non c'è resina a sufficienza sui crini, non farà abbastanza presa sulle corde per generare la vibrazione e di conseguenza non otterrai nessun suono dal violino.


  3. 3
    Tieni l'archetto in modo corretto appoggiando delicatamente il tuo indice sulla piccola impugnatura tra il tallone e la fascetta d'argento.
    • Posiziona il mignolo sulla parte liscia dell'archetto appena sotto la "sommità" della bacchetta (come in figura), tenendolo leggermente incurvato. Le altre dita vanno posizionate alla stessa distanza l'una dall'altra dalla stessa parte della bacchetta.
    • Il tuo anulare dovrebbe coprire il tondino di perla sul lato del tallone.
    • Il pollice dovrebbe restare appoggiato sotto la bacchetta. Posizionalo di fronte al tallone, con i crini al di sotto come in figura.
    • Forma un angolo obliquo con le prime due falangi del pollice; tenere il pollice dritto quando suoni darà al suono un brutto timbro. È essenziale non stringere l'archetto troppo forte, altrimenti diventa impossibile eseguire correttamente tutte le tecniche.
    • La mano dovrebbe essere sciolta, rilassata e leggermente concava, come se stesse tenendo una pallina. Sebbene questo sia difficile all'inizio perché sembra che l'archetto scivoli via, è sufficiente fare pratica per abituarcisi.


  4. 4
    Appoggia il violino sulla clavicola (e non sulla spalla), sostenendolo con il braccio e tenendolo in posizione con la mascella.
    • È la parte laterale della mascella, appena sotto il lobo dell'orecchio, e non il mento che dovrebbe stare appoggiata sulla spalliera del violino. Una leggera e rilassata pressione della testa eviterà che lo strumento scivoli giù dalla clavicola, mentre è il braccio che deve effettivamente sostenere il peso dello strumento.
    • Quando tieni lo strumento in questa maniera dovresti stare diritto in piedi e il riccio del violino dovrebbe essere rivolto verso l'esterno, NON verso il terreno. Il riccio può essere leggermente puntato verso l'alto, in maniera che le corde siano parallele al suolo.
    • Quando hai in mano lo strumento, posiziona la mano sinistra attorno alla base del manico del violino. La punta del tuo pollice dovrebbe essere visibile e le dita dovrebbero essere piegate e rilassate come nella foto.
    • Né il polso né la base del pollice dovrebbero toccare il manico del violino.
    • Anche il tuo braccio sinistro dovrebbe trovarsi intorno alla parte destra del manico del violino. Tenere il gomito del braccio sinistro puntato troppo verso sinistra è un modo sicuro per farti "steccare".


  5. 5
    Posiziona l'archetto approssimativamente a metà tra il ponte e la tastiera. Inclina l'archetto leggermente verso il riccio per ottenere una tonalità più pura e quindi un suono più professionale.
    • Scorri l'archetto sulle corde in un movimento più dritto possibile, parallelamente al ponte e applicando una leggera pressione. Una pressione maggiore genera un suono più forte, ma se eccessiva lo rende stridente. Il tuo polso dovrebbe rimanere rilassato.


  6. 6
    Esercitati nel suonare a corda vuota. "Vuota" significa senza premere alcun tasto con le dita.
    • Appoggia il manico del violino nello spazio tra il pollice e l'indice della mano sinistra. Impugna l'archetto tenendo su un unico piano polso, gomito, spalla e il punto di contatto sulla corda.
    • Spostati da una corda all'altra alzando o abbassando il gomito per portare l'archetto all'altezza adatta. Comincia provando con movimenti brevi - circa 15 cm - usando la parte centrale dell'archetto, poi prova a fare dei mezzi movimenti dal tallone (la parte con cui tieni l'archetto) al centro e poi nuovamente verso il tallone.
    • Ricordati di tenere il polso e le dita flessibili quando arrivi al tallone. Cerca di rendere il passaggio più fluido possibile quando cambi direzione del movimento facendo un piccolo moto circolare invece che fermarti e invertire la direzione in maniera lineare. Esercitati a passare da una corda all'altra.
    • Continua ad esercitarti finchè non riesci a suonare una singola corda senza toccare le altre.


  7. 7
    Esercitati suonando le scale. Una scala è una serie di note ascendenti o discendenti in uno schema predeterminato di intervalli (toni e semitoni). Nella scala di Do maggiore, si usa il terzo dito sulla corda più bassa per fare la prima nota, cioè il Do. Si continua suonando il Re a corda vuota, il Mi con il primo dito, il Fa con il secondo dito - vicino al primo - e poi il Sol con il terzo, seguiti da La a corda vuota ed infine Si e il Do alto rispettivamente con il primo e il secondo dito sulla seconda corda più alta. Ci sono moltissime scale, tra cui Re maggiore, Fa maggiore e La maggiore per nominarne alcune.
    • Per suonare queste scale devi appoggiare un dito alla volta mentre fai scorrere l'archetto sulle corde. L'ideale sarebbe suonare ogni nota in maniera rilassata, senza interruzioni improvvise. Cerca di creare un suono caldo e regolare.


  8. 8
    Esercitati ogni giorno. Comincia con sessioni brevi (15 minuti) e prolungale pian piano ogni giorno fino a raggiungere almeno un'ora. Se suoni il violino solo per hobby, puoi anche dedicare un po' meno tempo, ma se fai sul serio è assolutamente necessario che tu passi molto tempo ad esercitarti (almeno 2 o 3 ore al giorno). Questo comunque non significa stare fermo e seduto col violino in mano per due ore!
    • Ogni sessione di esercizio dovrebbe avere un obiettivo, poiché esercitarsi significa migliorarsi. Non suonare semplicemente i brani una volta sola: studia bene le parti difficili dei pezzi su cui stai lavorando.



Consigli

  • Le corde dalla più bassa alla più alta sono: Sol, Re, La, Mi...
  • Prenditi un insegnante privato, ti consentirà di imparare moltissimo e molto rapidamente, senza prendere cattive abitudini. Cerca insegnanti presso università, scuole, orchestre e scuole di musica locali. Una lezione di 30 minuti alla settimana è sufficiente per iniziare.
  • Divertiti! Suonare il violino non deve sembrare un lavoro. Sebbene dovresti esercitarti sui brani richiesti dal tuo insegnante o per l'orchestra, lasciati un po' di tempo alla fine per la tua musica preferita.
  • Come violinista, dovrai tenerti al passo con altri musicisti già ai livelli iniziali, mantenendo un alto livello di abilità fino al livello professionale. Non scoraggiarti, poiché ti ci abituerai molto presto.
  • Non ti preoccupare se ti fanno male le mani dopo le prime volte. Le tue dita diventeranno più forti e i tuoi muscoli si abitueranno alla postura inusuale che il violino richiede. All'inizio ti sembrerà molto strano, ma presto ti risulterà naturale. Tuttavia, se senti qualche dolore persistente nelle articolazioni (polsi, collo, dita) allora devi smettere di suonare e scoprire come correggere il problema. Questo è particolarmente importante per prevenire tendiniti che possono costituire un grave ostacolo per la pratica dello strumento.
  • Procurati una spalliera. In questo modo non sarai costretto ad alzare la tua spalla e piegare il collo per reggere lo strumento. Potrebbe volerci un po' per abituarcisi all'inizio, ma risulterà conveniente nel lungo termine. Assicurati di prendere una spalliera adatta a te, poiché non tutte le spalliere vanno bene per tutti.
    • Opinione contrastante: alcuni violinisti che suonano da anni non usano una spalliera e ciononostante non hanno dolori al collo o alla spalla. Che il suonare senza spalliera migliori o meno il suono dello strumento è oggetto di discussione. Anche se potresti, all'inizio, alzare istintivamente la spalla per aiutarti a reggere lo strumento, non è in effetti necessario per suonarlo. Si dovrebbe semplicemente prendere la buona abitudine di evitare di farlo.
  • Non suonare con le unghie lunghe. Le unghie rendono solo più difficile suonare, specialmente le prime volte, e possono rovinare le corde. Anche dopo aver acquisito un po' di esperienza, non è comunque una buona idea suonare con le unghie lunghe!
  • Non provare il vibrato finchè non hai sviluppato una buona tecnica di base. A seconda del tuo livello, dovresti provare solo dopo aver suonato per almeno 6 mesi - 3 anni.
  • Il metodo Suzuki e i libri Belwin String Builder possono aiutarti molto se non sai come leggere gli spartiti o suonare il violino. Ci sono molti altri libri che possono aiutarti, ovviamente, come ad esempio "La Grammatica della Musica" di Otto Karolyi. Comunque, non è difficile imparare a leggere gli spartiti, quindi non lasciarti scoraggiare solo perché oggi non sai ancora come si fa.
  • Fai attenzione a non correre troppo e provare cose troppo difficili; devi imparare a camminare prima di poter correre. Impara prima le cose semplici, come saper usare bene l'archetto. Prima ancora che tu lo sappia, ti ritroverai pronto per provare cose più difficili!
  • L'esercizio è essenziale. Il violino non ha tasti o segni per aiutarti con la posizione delle dita. Se hai un insegnante, ti potrebbe aiutare mettendo dello scotch o dei segni sulle posizioni in cui dovresti mettere le dita e, dopo un po', toglierli quando sei pronto. Se non hai un insegnante, esercitarti mentre ascolti attentamente il brano può aiutarti a memorizzare la posizione della mano e delle dita per ogni nota. Un bravo musicista si esercita ogni giorno per evitare di perdere la sensazione della posizione corretta di mani e dita.
  • Una buona idea può essere quella di esercitarsi con qualcuno che suoni le stesse note su di un piano. Sistema le mani e le dita in modo che le note del violino siano intonate ed uguali a quelle del piano.
  • Se non hai i soldi per comprare un violino, puoi sempre noleggiarlo. Puoi noleggiare un archetto e anche una custodia con violino.
  • Ricordati di pulire gli accumuli di colofònia dopo ogni sessione di esercizio. Usa un panno morbido pulito sui crini, sopra e sotto la tastiera, intorno al ponte, sulla bacchetta dell'archetto e in qualunque altra parte del violino su cui la resina possa cadere.
  • Gli studi sono molto utili. Alcuni ottimi libri sono Wohlfahrt Foundation Studies, Kayser, Mazas e Kreutzer, in quest'ordine, ma ne esistono molti altri. Una volta mi hanno detto: "Esercitati su un pezzo come in uno studio e su uno studio come in un pezzo."
  • Impara i brani che ti piace ascoltare, renderà l'esercizio più interessante. Anche se non è il brano perfetto per insegnarti quello che ti serve imparare, ti ritroverai ad esercitarti molto più a lungo ed al contempo divertirti maggiormente mentre lo fai.
  • Esercitati suonando lentamente nelle parti difficili e veloci, poi fai pratica accelerando man mano. Un metronomo può rivelarsi estremamente utile per farlo. Abituarsi a suonare al ritmo di un metronomo può richiedere più tempo di quanto si pensi, ma è un'abilità molto utile.
  • Entrare in un'orchestra può aiutarti molto con il tempo e la tonalità.
  • Mentre ti eserciti, concentrati sul migliorare e sul suonare in maniera musicale. Suona un piccolo pezzo musicale e poi chiediti: "Cosa posso fare perché suoni ancora meglio di così?". Allora suona di nuovo il pezzo cercando di implementare le tue idee.
  • Se ti pare di innervosirti mentre ti eserciti, fa' una piccola pausa e calmati. Non ti aspettare che un brano riesca perfettamente (o anche solo decentemente!) la prima - o le prime venti - volte che lo suoni. Persino i musicisti molto dotati devono esercitarsi duramente e possono fare fatica ad imparare qualcosa di nuovo. La chiave è la pazienza!
  • Ricorda che le note seguono sempre la sequenza Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si in qualsiasi ottava tu ti trovi, e dopo il Si torna il Do e la scala continua come prima. Nei Paesi anglofoni - Regno Unito, Stati Uniti ecc. - si usa comunemente un sistema alfabetico, dove la A corrisponde al La, la B al Si e così via.

Avvertenze

  • Non toccare i crini dell'archetto. Il grasso della tua pelle impedirà alla colofònia di aderire ai crini, che dovranno essere puliti. I crini dell'archetto si allenteranno e inizieranno a venire via.
  • Non portare il peso del violino con il braccio. Il peso della tua testa è sufficiente per tenerlo a posto. Se invece lo tieni con il braccio, limiti i possibili movimenti necessari per cambiare corda.
  • Non colpire nulla con l'archetto, nemmeno un cuscino, non importa quanto frustrato tu sia riguardo alla tua musica. La punta dell'archetto è soggetta a una pressione elevata e può spezzarsi molto facilmente; discorso a parte nel caso in cui lo spartito indichi di suonare "col legno".
  • Tratta sempre lo strumento con molta attenzione. Trattalo come tratteresti un neonato. Non lanceresti un bambino, quindi non lanciare nemmeno il tuo violino. Non fare mai ondeggiare il violino tenendolo per il manico poiché questo può far staccare il manico dalla tavola. Non lasciare il violino in macchina esposto al calore o al freddo, nemmeno per cinque minuti.
  • Non provare ancora il vibrato finché non hai acquisito una maggiore abilità e qualcuno più esperto non te lo insegna. Imparandolo da solo potresti apprenderlo nel modo sbagliato e questo comprometterebbe la tua capacità di imparare a farlo nel modo corretto. Può infatti diventare praticamente impossibile correggere un cattivo vibrato.
  • Tieni sempre l'archetto dritto, una volta che ti abitui ad usare l'archetto mantenendo la punta al di sopra della tua spalla sinistra o piegarti sulla tastiera nera, diventa veramente difficile eliminare l'abitudine.
  • Stai sempre in piedi con la schiena dritta ed i piedi ben piantati, tenuti ad una distanza leggermente inferiore a quella tra le spalle. MAI essere ciondolante o avere una postura cadente, poiché questo può portare a dolori muscolari e ti impedirà di suonare a dovere. Se suoni da seduto, siediti sul bordo della sedia tenendo la schiena dritta.
  • Se sei un principiante, non provare mai ad accordare il tuo strumento. Potresti danneggiarlo o farti del male. Chiedi ad un insegnante o ad un violinista professionista di aiutarti.

Cose che ti Serviranno

  • Violino (se sei un adulto, 4/4 o "full size", se sei un bambino devi necessariamente chiedere consiglio al venditore)
  • Archetto (chiedi assistenza anche per la misura dell'arco)
  • Colofònia, se non sai di cosa si tratti o come si usi, chiedi al negozio e ti spiegheranno tutto
  • Spalliera, opzionale (meglio se più grande del violino ma può essere regolata, quindi puoi tenerla finché non hai smesso di suonare), ricorda che a volte è meglio suonare senza.
  • Insegnante di Violino Esperto (assolutamente necessario, scegli qualcuno che sia veramente capace di aiutare te/tuo figlio; cerca nelle bacheche, nelle scuole e nelle università di musica)
  • Spartiti e Musica per Violino, ascolta il tuo insegnante e comincia a seguire la musica suonando
  • Panno Fino o da Polvere per rimuovere qualsiasi residuo di colofònia da sotto il ponte (ma fai attenzione a non fare troppa forza e rompere il ponte)
  • Metronomo, opzionale (ma caldamente consigliato)
  • Accordatore, in un violino è essenziale che le corde siano accordate correttamente (se possiedi un piano, puoi usarlo per accordare il violino, assumendo che il primo sia sufficientemente accordato di suo)
  • Scotch per segnare le posizioni delle dita (puoi toglierlo una volta che le hai memorizzate bene)
  • Leggìo per tenere i tuoi studi e pezzi preferiti!
  • Buon Orecchio, perché ti servirà per scegliere della buona musica da suonare per gli amici e la famiglia. Goditi il tuo violino!

Fonti

1 commento:

  1. Interessante, semplice e chiaro.
    Ho cercato sul web un consiglio e questo mi ha chiarito nel modo migliore il timore di iniziare prendendo cattive abitudini.
    Ringrazio l'autore.

    RispondiElimina